VERBA VOLANT, DOCTOR MANET @ Villa Mazzacurati: abili, superabili

Andato in scena 24 – 25 -26 novembre a Villa Mazzacorati, la nuova produzione della Fraternal Compagnia: Verba Volant, Doctor Manet – seated comedy. Uno spettacolo ironico che fonde stand up comedy e commedia dell’arte che vuole sancire il ritorno di uno dei fondatori della compagnia Massimo Machiavelli, che è stato lontano dalle scene per via di infortuni continui (o come dice lui: “per una tourneè negli ospedali d’Italia)

Villa Mazzacorati: il teatro del 1736

Siamo nel 1736. Gianfrancesco Aldrovandi inaugura il teatro con Alzira opera di Voltaire, da quel momento il teatro ha iniziato a vivere voracemente in quella lunghissima via di Bologna, chiamata Via Toscana. Il 26 settembre di quest’anno il teatro ha compiuto ben 260 anni e lì su quel palco di legno cigolante, vicino quelle quinte evanescenti, ingiallite dal tempo, nella stessa stanza di statue di tritoni, sirene, cariatidi, lì in quella sala, in quel modesto teatro, in via Toscana, nel 2023, va ancora in scena qualcosa che respira come quel teatro, qualcosa di lucentissimo, mascherato dalla fuliggine del tempo.

Bologna, bologna

Verba volant, Doctor Manet – seated comedy è uno spettacolo ironico che fonde due cose apparentemente lontane ma concettualmente vicine: la stand up comedy ed la commedia dell’arte, è un modo per aggiornarsi su alcuni stili comedy per arrivare al grande pubblico e anche un modo per avere delle armi in più per trattare i delicatissimi temi dello spettacolo. Parliamo di disabilità che ha colpito in prima persona Massimo Machiavelli, che è anche regista e drammaturgo dello spettacolo, che l’ha portato lontano dalle scene per quasi sei anni. Lui porta la sua storia e ironicamente, non troppo, la maschera della commedia dell’arte del dottore bolognese: Balanzone.
Il dottore, il logorroico espertone che non risponde mai alle domande ma ti bombarda con elucubrazioni, pensieri in libera associazione è una delle maschere più conosciute ed amate della tradizione di commedia dell’arte e di Bologna è un po’ il simbolo; volendo fare un esempio: se Pulcinella rappresenta Napoli, Balanzone rappresenta Bologna.
Dunque una maschera difficile da portare che indossa proprio Machiavelli (maschere realizzate da Luca Comastri) dopo tanto tempo, indossa la maschera che l’ha fatto crescere nel posto che ama: Bologna.
Il profondo legame che c’è con questo territorio, è fondamentale per lo spettacolo.

Abili e superabili: dottore, professore, notaio

Trasformare la propria disabilità in una risorsa teatrale è questo quello che fa Machiavelli, che si trova in un mondo di gente che si eleva a supereroe, che solleva il macigno della libertà teatrale con un solo dito e poi c’è Massimo che è il primo non dei supereroi ma dei “super-abili”, capace di trasformare la non abilità in un superpotere, ma anche talmente tanto lento a correre da essere superato!
Porta una parata di personaggi, con un virtuosismo tipico della commedia dell’arte, spazia dal “io” personale al personaggio che risente di quello che succede all’io personale.
Il dottore intristito dalla possibilità di camminare è sull’orlo del baratro ed il notaio ed il professore che si frappongo, si mettono in mezzo per cercare una soluzione.
È la parata degli ultimi, dei perdenti, un gioco, una giostra coloratissima dei super-abili!

Verba Volant, Doctor Manet

Lo spettacolo è retto dal giocosissimo Niccolò Sivieri che appena calca la scena, nei panni del presentatore o di Manetto, umile zanni al servizio delle scene, esplode in un divertimento viscerale che rilassa il pubblico, tiene l’aria frizzante e pronta alle prossime risate; Niccolò ha un’energia elevatissima ed è elemento fondamentale per la buona riuscita dello spettacolo, così come lo è Umberto Cavalli, musico ma anche esso parte fondamentale dello show.
Sottopalco invece, un’altra chicca di questo lavoro, un pittore Matteo Martini che su una tela grandissima dipinge le scenografie all’impronta.

Fraternal compagnia: una storia lunga vent’anni

La Fraternal Compagnia (nome ispirato dalla più antica compagnia costituita di teatro d’arte) è una compagnia teatrale attiva da vent’anni sul suolo bolognese e in trasferta in varie parti del mondo (Tourneè in Giappone e ad Avignone). La compagnia attualmente formata da Massimo Machiavelli, Luca Comastri e Tania Passarini ha sede in via Cavazzoni; il loro centro è un luogo artistico importante, di studio di commedia, workshop, formazione accademica e creazione di maschere.

Dati artistici

Regia di Massimo Machiavelli
Musiche originali dal vivo di Umberto Cavalli
Manetto e presentatore Niccolò Sivieri
Scenografie Matteo Martini
Maschere Luca Comastri
Costumi Alberani, Scissor Lab
Una produzione di Fraternal Compagnia APS
Collaborazione di Villa Mazzacorati

image_pdfSCARICA QUESTO ARTICOLO IN FORMATO PDF