LA RAGAZZA SUL DIVANO @ TEATRO VASCELLO: commedia del Tempo

on Fosse è un autore curioso che incuriosisce persino. Gioco di parole detestabile ma inevitabile. Epicentro del suo Tutto è l'Uomo. È il terremoto delle tensioni sottocutanee. È la matassa senza bandolo. Qualche autore ha versato litri di inchiostro per tentare di spiegare il senso d'ogni cosa, certi misteri. Fosse invece misura le scosse telluriche dell'Uomo in relazione anche al tempo. È un grafico interessante. C'è una immutabilità tra i due nonostante tutto tenti disperatamente di muoversi o accadere.

Commenti disabilitati su LA RAGAZZA SUL DIVANO @ TEATRO VASCELLO: commedia del Tempo

Amunì

Anna e Mela sono due attrici decise a destare Santi, attore siciliano radicato nel suoappartamento e nella sua inestirpabile sicilianità. Lo vogliono convincere a scrivere la nuovacommedia da portare in…

Commenti disabilitati su Amunì

TRATTAMI BENE @ Teatrosophia: storia di un posacenere vivo

Il Teatrosophia corre lungo le strette vie del centro. Sembra fuggire alla vista. Trovarlo ha il fascino misterioso della ricerca e della conquista, eppure se ne sta serafico e divertito…

Commenti disabilitati su TRATTAMI BENE @ Teatrosophia: storia di un posacenere vivo

COSI’ È (SE VI PARE) @ Teatro Quirino: trattato sulle verità

Il Teatro Quirino è sorprendente. In quella pomeridiana mi ha sorpreso (appunto) vedere una fila interminabile al botteghino. Certi meravigliosi assembramenti un tempo vietati e che ormai sono riservati solo…

Commenti disabilitati su COSI’ È (SE VI PARE) @ Teatro Quirino: trattato sulle verità

LA SIGNORA SANDOKAN @ TEATRO LE MASCHERE: VEDOVA D’ARTE

La sera del 15 aprile del '23 è piovuto tutto il giorno. Copiosamente. Persino la televisione (tra un reality rumoroso e una puerile zuffa politica) ne ha parlato: allarmando inutilmente…

Commenti disabilitati su LA SIGNORA SANDOKAN @ TEATRO LE MASCHERE: VEDOVA D’ARTE

FALSTAFF @ Teatro Vittoria: icona vanagloriosa senza tempo

Sul palco si presenta in tutta la sua ingombrante fisicità, il lollardo per antonomasia che mantiene un appetito mai sazio. È una fame atavica che sembra non avere né misura, né genere: Falstaff divorerebbe cibo, vino e donne

Commenti disabilitati su FALSTAFF @ Teatro Vittoria: icona vanagloriosa senza tempo