APPUNTAMENTO A LONDRA arriva al Teatro India: Intervista a Luigi Tabita in scena con Lucia Lavia

In scena al Teatro India di Roma dal 31 gennaio al 4 febbraio 2023 APPUNTAMENTO A LONDRA del premio Nobel Mario Vargas LLoba, per la regia di Carlo Sciaccaluga.

Un uomo d’affari peruviano riceve la visita di una donna, che dice di essere la sorella di un suo vecchio amico. Dall’oscurità del passato iniziano a riemergere storie antiche, pulsioni represse, sentimenti sepolti.
Ne abbiamo parlato con Luigi Tabita in scena con Lucia Lavia.

Lo spettacolo sarà presto recensito dalla Redazione di Gufetto Teatro-Roma.

Lo spettacolo si concentra su due aspetti fondamentali: il concetto di Verità e di Identità. Come descriverebbe la drammaturgia del Nobel argentino?

Llosa fa parte di quella corrente latino-americana del realismo magico. Ed acclamato per la sua maestria nel combinare la realtà e l’immaginazione. Questo è un testo feroce e tragico, ed è evidente la peculiarità immaginifica.

Infatti, la storia si muove su più piani, quello della realtà, dell’immaginazione e della rappresentazione. Il pubblico viene trascinato in un labirinto di emozioni, immagini e di “verità” e rimane inchiodato alla poltrona perché vuole arrivare al finale per capire qual è la vera verità.

Luigi Tabita_appuntamento a londra

Che ne pensa dell’adattamento che ne ha fatto Sciaccaluga?

L’adattamento di Sciaccaluga è stato molto prezioso e ha arricchito il lato introspettivo dei due personaggi restituendogli più tridimensionalità.

Leggendo la trama sembra quasi di assistere ad un “giallo”: come si è approcciato a questo testo?  Quali spunti ci ha trovato? Quanto è rimasto stupito e quanto si stupirà il pubblico nel conoscere la Verità?

L’ho amato sin da subito perché la storia ti prende e ti intriga. E poi perché ha questo velo di mistero e a tratti sembra una sceneggiatura di un film di Almodovar, uno dei miei registi preferiti. Il pubblico rimane stupito soprattutto nel finale.

Luigi Tabita_appuntamento a londra

Nelle note di regia si fa riferimento al fatto che la Verità nasce dalla Relazione con l’altro. In scena con lei ci sarà Lucia Lavia: come vi siete “influenzati” sulla scena e quali verità inaspettate avete trovato insieme?

Io e Lucia ci conosciamo da più di 10 anni ma è la prima volta che lavoriamo insieme. Siamo amici nella vita e ci vogliamo molto bene, e questo ci ha permesso di giocare con i personaggi e di portare sul palco qualcosa in più. Credo che il successo dello spettacolo, oltre che della splendida regia di Sciaccaluga, infatti, è anche questa complicità che c’è  tra me e Lucia.

Un’altra componente dello spettacolo è l’Amore, che nasce da una “narrazione condivisa”. Usciremo dallo spettacolo credendo di più nell’Amore? È forse questo il messaggio ultimo di LLoba?

In questo testo Vargas Llosa presenta l’amore in più forme, e ne esalta la sua forza evidenziando, tramite Luca, personaggio che interpreto, come il non vivere a pieno l’amore renda le persone sempre infelici, nonostante le ricchezze e i successi lavorativi raggiunti.  In questo testo più che negli altri Vargas Llosa fa una vera celebrazione della forza ancestrale dell’amore.

Tabita_APPUNTAMENTO A LONDRA

Chi è Vargas Llosa – vita e opere

Autore e uomo politico peruviano (nato ad Arequipa il 28 marzo 1936): la sua produzione comincia negli anni ’50 con i racconti, Los jefes e con i successivi romanzi incentrati sui soprusi dei potenti e sullo sfruttamento dei più deboli: La ciudad y los perros (1963; trad. it. La città e i cani, 1967), La casa verde (1966; trad. it. 1970), Los cachorros (1968; trad. it. I cuccioli, 1978) e Conversación en la catedral (1969; trad. it. Conversazione nella cattedrale, 1971).

Vicino a Fidel Castro e allo scrittore Garcia Marquez, si allontanò gradualmente dai temi politici puntando su altri generi quali il genere umoristico (Pantaleón y las visitadoras, 1973, trad. it. Pantaleon e le visitatrici, 1975), erotico (La tía Julia y elescribidor, 1977, trad. it. La zia Julia e lo scribacchino, 1979; Elogio de la madrastra, 1988, trad. it. Elogio della matrigna, 1999; Los cuadernos de don Rigoberto, 1997, trad. it. I quaderni di don Rigoberto, 1997).

L’impegno politico resta e di rivolta sociale resta nei volumi La guerra del fin del mundo, 1981, trad. it. La guerra della fine del mondo, 1983; Historia de Mayta, 1984, trad. it. Storia di Mayta, 1985; Quién mató a Palomino Molero?, 1986, trad. it. Chi ha ucciso Palomino Molero?, 1987; El hablador, 1987, trad. it. Il narratore ambulante, 1988; Lituma en los Andes, 1993, trad. it. Il caporale Lituma sulle Ande, 1995).

Sconfitto nella corsa alla presidenza della repubblica nel 1993 con una coalizione di centrodestra, pubblicò El pez en el agua (trad. it. Il pesce nell’acqua, 1994), un’autobiografia incentrata proprio sulla recente esperienza politica. Nello stesso anno ottenne la cittadinanza spagnola e si trasferì definitivamente a Madrid.

Nel 2010 è stato il primo scrittore peruviano ad aggiudicarsi il premio Nobel per la letteratura per «la sua cartografia delle strutture del potere e per la sua acuta immagine della resistenza, della rivolta e della sconfitta dell’individuo».
(Fonte: Treccani)

Carlo ScIaccaluga – regista

Alla regia di APPUNTAMENTO A LONDRA troviamo Carlo Sciaccaluga, recensito da Gufetto nella regia di L’ESECUZIONE al Teatro Arena del Sole a Bologna attore e attore formatosi tra Austria, Germania e Italia e debuttante alla regia nel 2009 in un adattamento da Murakami Haruki, Dopo il terremoto.

Ha fatto parte della Compagnia Gank tra 2011 e 2012, recitando con Lavia e Zavatteri. Nel 2015 i suoi lavori di regia Cyranò de Bergerac, Otello, La Congiura del Fiesco a Genova, con Dini e Zavatteri e collaborato con il Teatro Nazionale di Genova, il Teatro Stabile di Napoli-Teatro Nazionale, il Teatro Stabile di Catania e il Turkistan Muzikalik Drama Teatri di Turkistan, in Kazakistan. Ha anche firmato due allestimenti de Il Trovatore di Verdi, alla Sydney Opera House e al Teatro Regio di Parma. Presente nella serie sky  Petra, serie di Sky insieme a Paola Cortellesi e nel 2023 in Blanca, serie LuxVide in onda su RaiUno.
(fonte: Wikipedia)

image_pdfSCARICA QUESTO ARTICOLO IN FORMATO PDF